google-site-verification: google2d668413d00d1119.html

La registrazione del contratto preliminare e le imposte dovute

Aggiornato il: 1 giu 2018

Il contratto preliminare di compravendita deve essere registrato entro 20 giorni dallasottoscrizione. Se stipulato con atto notarile, vi provvede il notaio entro 30 giorni.Per la registrazione sono dovute:• l’imposta di registro di 200 euro, indipendentemente dal prezzo dellacompravendita• l’imposta di bollo, nella misura di 16 euro ogni 4 facciate e comunque ogni 100righe (se il contratto è formato per atto pubblico o per scrittura privataautenticata l’imposta di bollo è invece di 155 euro).Quando il preliminare prevede un pagamento, è dovuta, inoltre, l’imposta di registroproporzionale pari:• allo 0,50% delle somme previste a titolo di caparra confirmatoria• al 3% delle somme previste a titolo di acconto sul prezzo di venditaIn entrambi i casi, l’imposta pagata con il preliminare sarà poi detratta da quelladovuta per la registrazione del contratto definitivo di compravendita. Nel caso in cuil’imposta proporzionale versata per la caparra confirmatoria e per gli acconti diprezzo risulti superiore all'imposta di registro dovuta per il contratto definitivo,spetta il rimborso della maggiore imposta versata per la registrazione del contrattopreliminare. Il rimborso deve essere richiesto, a pena di decadenza, entro tre annidalla data di registrazione del contratto definitivo. La domanda di rimborso deveessere presentata all'ufficio che ha eseguito la registrazione. Articolo 57 - Soggetti obbligati al pagamento. In vigore dal 1 gennaio 2011 1. Oltre ai pubblici ufficiali, che hanno redatto, ricevuto o autenticato l'atto, e ai soggetti nel cui interesse fu richiesta la registrazione, sono solidalmente obbligati al pagamento dell'imposta le parti contraenti, le parti in causa, coloro che hanno sottoscritto o avrebbero dovuto sottoscrivere le denunce di cui agli articoli 12 e 19 e coloro che Testo unico del 26 aprile 1986 n. 131 Pagina 28 hanno richiesto i provvedimenti di cui agli articoli 633, 796, 800 e 825 del codice di procedura civile. 1-bis. Gli agenti immobiliari di cui all'articolo 10, comma 1, lettera d-bis), sono solidalmente tenuti al pagamento dell'imposta per le scritture private non autenticate di natura negoziale stipulate a seguito della loro attività per la conclusione degli affari. Testo unico del 26 aprile 1986 n. 131 Articolo 10 - Soggetti obbligati a richiedere la registrazione. In vigore dal 1 gennaio 2007 1. Sono obbligati a richiedere la registrazione: a) le parti contraenti per le scritture private non autenticate, per i contratti verbali e per gli atti pubblici e privati formati all'estero nonche' i rappresentanti delle societa' o enti esteri, ovvero uno dei soggetti che rispondono delle obbligazioni della societa' o ente, per le operazioni di cui all'art. 4; b) i notai, gli ufficiali giudiziari, i segretari o delegati della pubblica amministrazione e gli altri pubblici ufficiali per gli atti da essi redatti, ricevuti o autenticati; c) i cancellieri e i segretari per le sentenze, i decreti e gli altri atti degli organi giurisdizionali alla cui formazione hanno partecipato nell'esercizio delle loro funzioni; d) gli impiegati dell'amministrazione finanziaria e gli appartenenti al Corpo della guardia di finanza per gli atti da registrare d'ufficio a norma dell'art. 15; d-bis) gli agenti di affari in mediazione iscritti nella sezione degli agenti immobiliari del ruolo di cui all'articolo 2 della legge 3 febbraio 1989, n. 39, per le scritture private non autenticate di natura negoziale stipulate a seguito della loro attivita' per la conclusione degli affari. #preliminare #registrazione #agentiimmobiliari



7 visualizzazioni

 Info per Cantiere Carpenedo

VANTAGGI E DETTAGLI 

Per visualizzare progetti 

Chiedi subito

di essere contattato

  • Facebook - White Circle

© 2018 by Arte Casa Int. Imm. sas p.iva 00872340260 with Wix.com.